Si celebrano a Milano i prossimi 25 e 26 ottobre i P&E Milano Coating Days 2023.

La manifestazione milanese – in parte expo, in parte forum di dibattito, in parte occasione di formazione tecnica – rappresenta il tentativo concreto di mobilitare le capacità delle imprese di questo settore intorno ai temi dell’innovazione, della competitività, dell’attitudine alla trasformazione di fronte alle sfide della modernità in continuo cambiamento.

I P&E Milano Coating Days 2023 tornano a celebrarsi nei padiglioni del Museo della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano, sintesi concreta di quel concetto di patrimonio culturale che spiega come l’Italia possa essere ancora tra i primi paesi al mondo per l’export e, negli ultimi anni, davanti a Francia e Germania per investimenti in macchinari e impianti*, cioè avere una struttura produttiva sempre più forte e moderna, tutto ciò nonostante le imprese debbano lavorare in un contesto da terzo mondo per inefficienza dell’amministrazione pubblica e infrastrutturale, come i problemi di gestione del Next Generation EU (in italia, Pnrr) dimostrano giorno per giorno.

«Un patrimonio culturale costituito – cito a memoria da un recente intervento di Antonio Calabrò, presidente di Museimpresa e Fondazione Assolombarda, recentemente pubblicato sul Sole24Ore – dalla ricchezza architettonica di città e borghi, letteratura, arti plastiche, musica e forme di pensiero, ricerca scientifica [e applicata, formale e informale, ndr] e capacità di far bene nelle fabbriche e laboratori artigianali. Una cultura “politecnica” che vede come protagonisti Dante e Leonardo, Piermarini e Volta, Michelangelo e Giulio Natta, Bramante e Galileo, artisti, scienziati, architetti, inventori, imprenditori creativi e protagonisti del Made in Italy».

Scopri i programmi e le giornate!

Anche quest’anno i P&E Milano Coating Days 2023 permetteranno al settore di avere un punto d’incontro per conoscere e dibattere sull’innovazione tecnologica che trova concretezza nel mondo manifatturiero italiano e internazionale nelle diverse fasi dei processi di trattamento delle superfici:

  • nei pretrattamenti chimici che, secondo quanto pronosticato dai campioni nazionali e multinazionali della chimica, vedrà un cambiamento completo e radicale nel prossimo triennio sotto il profilo delle prestazioni tecniche (resistenze alla corrosione) e ambientali (consumi d’acqua tendenti allo zero)
  • nell’applicazione dei rivestimenti organici a spruzzo (liquidi e in polvere) e a immersione, sempre più automatizzati per mezzo di robot antropomorfi ad alta flessibilità d’uso e facilità di (auto)programmazione, e gestiti con sistemi applicativi capaci di minimizzare l’overspray e rendere perfettamente omogenei gli spessori applicati sulle differenti zone geometriche dei pezzi
  • nell’applicazione dei rivestimenti inorganici, con lo sviluppo e la progressiva industrializzazione dei processi fisici di rivestimento metallico (PVD)
  • nella chimica dei rivestimenti organici, sotto il profilo tecnico (minimizzare la domanda energetica della fase di polimerizzazione, estetico (ottenere finiture “ad personam” su scala industriale), funzionale (ottenere funzioni a valore aggiunto che si sommano alle tradizionali prestazioni protettive ed estetiche alle superfici trattate), della sostenibilità ambientale (biochimica, zero emissioni, riciclo e riuso dei prodotti fuori standard e d’overspray)
  • nell’ingegnerizzazione, ottimizzazione logistica ed energetica dei processi di trattamento delle superfici, e nella digitalizzazione della loro gestione e ottimizzazione continua, per renderli sempre più dinamici, flessibili, automatici, aderenti alle specifiche di progetto di qualsiasi manufatto industriale, e insieme, ambientalmente sostenibili
  • nell’industrializzazione dei processi ausiliari di preparazione delle superfici e della manutenzione di impianti, macchine e apparecchiature
  • nello sviluppo dei metodi di gestione e controllo della qualità, dei processi e dei loro risultati finali.

Alla presentazione e al dibattito intorno all’innovazione tecnologica, anche quest’anno i P&E Milano Coating Days affiancano i momenti di formazione per il personale addetto alla definizione delle strategie operative d’officina. Gli aggiornamenti relativi al programma e ai protagonisti di questa edizione dell’evento si possono seguire in sul sito dedicato ecocoating.com

Scopri i programmi e le giornate!
  • * Elaborazione della Fondazione Edison su dati Eurostat
    1) Quota investimenti sul PIL 2022 (in %) in macchinari, impianti, ICT,
    mezzi di trasporto:
    – Germania: 6,6
    – Francia: 5,2
    – Italia: 7,4
Ti potrebbero interessare...

Formazione per tecnici di oggi e di domani, senza perdere ore di lavoro

P&E Express: il formato ridotto e itinerante della manifestazione autunnale milanese P&E Milano Coating Days

Pipeline&Gas Expo, Piacenza (Italia), 29 – 31 maggio 2024

Behind the Scenes, l’evento di Finiture Green experience per la Milan Design Week

A Firenze il primo finiture green experience, appuntamento 2024 del programma focalizzato sul design delle finiture

Gic 2024: tutto pronto per la quinta edizione dell’appuntamento internazionale dedicato al calcestruzzo. Piacenza, 18-20 aprile

In Spagna il primo Anver Tour 2024

P&E Coating Days Milano scalda i motori per l’edizione 2024

Facci sapere cosa ne pensi...
0 0 voti
Quanto ti è piaciuto l'articolo?
Attiva le notifiche ai commenti
Invia una mail quando ci sono nuovi commenti

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti