Fondi e smalti all’acqua sono attualmente spruzzati, quasi sempre, con aria compressa, presentando ancora qualche difficolta di formazione del film applicato: a normale temperatura ambiente la filmazione è direttamente proporzionale all’umidità esistente in cabina di spruzzatura.

Quanto più l’ambiente è umido, meno il film perde l’acqua – ancora presente nel film dopo l’evaporazione rapida della miscela azeotropica acqua/cosolvente – poiché l’appassimento totale è reso difficile. La filmazione che risulta non è completa, con quel che ne segue: brillantezza inferiore a quella che si ottiene con le vernici al solvente; inizio di corrosione per il permanere dell’umidità sulla superficie; la successiva cottura a forno non migliora la filmazione, la indurisce soltanto.

COSA FARE

L’uso della spruzzatura con azoto risolve questi problemi per vari motivi:

  • strappa più velocemente l’acqua dal film perché la sua evaporazione avviene con velocità doppia rispetto a quella dell’aria compressa
  • l’azoto è completamente anidro e caldo, riscaldando il film, così strutturando più facilmente e rapidamente la continuità filmogena
  • migliorando così anche la brillantezza superficiale della pellicola e
  • dilatando così il film, non creando più alcuna buccia d’arancia.

Separatore magnetico per la pulizia continua ed efficace dei fluidi di processo

Influenza del gas vettore sull’efficienza del processo di verniciatura a polvere: caso studio su infissi e outdoor living

La sverniciatura chimica come alternativa a quella pirolitica: Il caso di Sabiana

Nuovo impulso e nuove tecnologie per la sverniciatura criogenica

I serramenti di plastica si possono personalizzare con la verniciatura

Focus sui rivestimenti PVD

Un nuovo indurente epossidico stabilisce un nuovo standard industriale per l’indurimento ultrarapido dei rivestimenti protettivi

Un primer conduttivo a polveri per la perfetta adesione della finitura nei cicli bistrato

Materie prime sostenibili per innovare le vernici

Anidride carbonica per lavare le superfici

Il nuovo Brevetto Unitario Europeo

Chemetall inaugura il nuovo Global Aluminium Competence Center

0 0 voti
Quanto ti è piaciuto l'articolo?
Attiva le notifiche ai commenti
Invia una mail quando ci sono nuovi commenti

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti