Gli anni 20 del duemila sono caratterizzati da una lenta ripresa di avanzamento tecnologico del settore dell’anticorrosione di strutture metalliche, anche se esistono da qualche tempo imprenditori capaci di aggiornare continuamente il proprio lavoro di protezione anticorrosiva, installando impianti innovativi di verniciatura.

Come è il caso della AS Verniciatura di Saverio Audia, azienda con sede a Biassono (MB) che, invece di verniciare sui consueti cavalletti, che possono occupare l’intero stabilimento, ha installato un innovativo impianto “a moduli” che, in pochissimo spazio (160 m2 di 20×8 m), permette di operare rapidamente con ogni cura ambientale e qualitativa. La progettazione impiantistica smart (intelligente) ed economica è di Angelo Guerra della ditta omonima di Zelo Buon Persico (Lo).

La ditta biassonese di Saverio Audia – fabbrica anche strutture metalliche – vernicia a polvere i propri manufatti con attenzione all’evoluzione tecnologica del mercato, con cura per le cose ben fatte, focalizzate sulla qualità finale.

L’azienda offre un servizio completo nel campo della trasformazione dei metalli ferrosi, sviluppando qualsiasi tipo di progetto a partire dalla fabbricazione di strutture metalliche fino alla fornitura di un prodotto completamente finito con una verniciatura anticorrosiva di qualità, pretrattata anche con fondi anticorrosivi dopo lavaggio oppure dopo granigliatura se le strutture sono calaminate. Servizi di verniciatura di alto livello grazie anche dalla professionalità dei collaboratori, specializzati sia nel pretrattamento sia nella spruzzatura a polveri.

L’impianto progettato ed installato è del tipo “a moduli”, organizzato in modo che ogni operazione si svolga interamente all’interno del modulo fino alla verniciatura finale, utilizzando la movimentazione manuale ma agevolata delle bilancelle di carico e scarico delle strutture metalliche dal peso fino a 1.000 kg.

I moduli sono 4 posizionati in parallelo e in linea:

  • carico e scarico dei pezzi e delle strutture
  • pretrattamento chimico
  • spruzzatura di polveri
  • forno di essiccazione e di cottura a 180°C. facilmente raggiungibili dalla bilancella porta pezzi .

Solo l’area di sabbiatura è posizionata frontalmente all’impianto.

Dopo granigliatura la bilancella viene estratta dalla macchina operatrice e trasportata nella cabina di verniciatura, tramite il trasportatore centrale movimentato manualmente, in cui sono applicate mani di fondo anticorrosivo e finitura nel colore richiesto dal cliente.

Successivamente il trasportatore estrae la bilancella con i pezzi verniciati, per trasportarli nel forno di cottura.

L’impianto della AS Verniciatura è frutto del progetto d’innovazione e della sua continua standardizzazione, che non limita però la flessibilità del progetto Guerra: ogni fase del ciclo di verniciatura può così essere organizzata indipendentemente dagli spazi disponibili in azienda, perché quelli occupati dall’impianto “a moduli” sono sempre ridotti (l’impianto AS come già descritto occupa solo 160 m2), è operato tutto manualmente, ma può essere automatizzato e digitalizzato 4.0, per disporre di uno “sconto fiscale” del 50% (40% nel prossimo anno).

La sverniciatura chimica come alternativa a quella pirolitica: Il caso di Sabiana

Nuovo impulso e nuove tecnologie per la sverniciatura criogenica

I serramenti di plastica si possono personalizzare con la verniciatura

Focus sui rivestimenti PVD

Un nuovo indurente epossidico stabilisce un nuovo standard industriale per l’indurimento ultrarapido dei rivestimenti protettivi

Un primer conduttivo a polveri per la perfetta adesione della finitura nei cicli bistrato

Materie prime sostenibili per innovare le vernici

Anidride carbonica per lavare le superfici

0 0 voti
Quanto ti è piaciuto l'articolo?
Attiva le notifiche ai commenti
Invia una mail quando ci sono nuovi commenti

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti