Punto di riferimento in Europa nella produzione e commercializzazione
di acciaio e alluminio pre-verniciato.

Guidato dal bergamasco Matteo Trombetta Cappellani, il gruppo di aziende incrementa il fatturato del 34% e punta a raggiungere i 60 milioni di euro entro fine anno. Previsto un piano di investimenti di 6 milioni di euro nei prossimi 4 anni per abbattere i consumi di energia e acqua, aumentare la produttività e creare spazi di lavoro più funzionali e confortevoli. In programma l’assunzione di 8 nuovi collaboratori.

L’Amministratore Delegato: «Sostenibilità ambientale, alta qualità e massima soddisfazione del cliente sono i nostri punti di forza. Siamo l’atelier del coil coating»

Racconta Trombetta Cappellani: «Ci rivolgiamo all’edilizia, al settore navale, all’automotive e all’industria in generale, e ci concentriamo sulla fornitura di un prodotto di qualità ineccepibile. Il nostro punto di forza è la capacità di soddisfare le più differenti esigenze, alle quali rispondiamo dando la massima possibilità di personalizzazione di semilavorati in leghe di alluminio. Sempre di più, clienti e competitor ci riconoscono come veri e propri atelier del coil coating».

GLI INVESTIMENTI PER LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE

Un successo iniziato circa 12 anni fa, con la fondazione di Metalcoat alla quale negli anni successivi è seguita l’acquisizione di Aleu e Alusteel. Un percorso di affermazione che oggi è supportato da un piano di investimenti per i prossimi 4 anni di 6 milioni di euro, volto a incrementare la digitalizzazione, la capacità produttiva e soprattutto la sostenibilità ambientale.

«In questi mesi stiamo concludendo il rinnovamento delle sedi – continua Trombetta Cappellani – per garantire ai collaboratori un ambiente di lavoro confortevole e funzionale.

Entro le fine dell’anno verrà avviata la nuova linea di taglio, inoltre cabina di
verniciatura e combustore verranno dotati delle tecnologie più all’avanguardia che ci permetteranno di incrementare la produttività del 20%. Per il 2023, invece, abbiamo pianificato l’installazione di un impianto fotovoltaico, grazie al quale ridurremo del 30% il nostro consumo energetico. Stiamo valutando, tra il 2023 e il 2024, l’avviamento della seconda linea di verniciatura e, anche per questo, stiamo predisponendo l’ampliamento degli immobili e l’installazione di un depuratore “zero waste” di ultima generazione per la raccolta dei reflui, un accorgimento che ci porterà ad abbattere del 90% il consumo annuo di acqua».

Inaugurazione del laboratorio applicativo Kromavis

Un gruppo di 10 aziende superspecializzate nei trattamenti delle superfici

Impianti e macchine per l’industria siderurgica

Nuova organizzazione per Omeco

MaterialScan: aumentano i servizi di prove per il controllo qualità e di analisi dei difetti

Lo stabilimento AkzoNobel a Como aumenta la capacità produttiva

Cromatica Marcegaglia Steel contribuisce a valorizzare il cantiere del Duomo di Milano

50 anni di attività per Sifap Tecnologia, impiantista leader tecnologico e di mercato dell’America Centrale

0 0 voti
Quanto ti è piaciuto l'articolo?
Attiva le notifiche ai commenti
Invia una mail quando ci sono nuovi commenti

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti