Giovanni Cicatiello, esperto chimico e conosciuto formulatore del nostro settore, collaboratore della Rivista del Colore e di Anver, ha ripreso le relazioni con l’istituto tecnico superiore monzese (Iti P.) Hensemberger, a qualche anno dalla ritirata delle attività di coordinamento tra lo stesso istituto e l’università (nello specifico, il Politecnico di Milano), attività che a suo tempo fu uno degli elementi fondanti di Efun, iniziativa ideata e promossa dal nostro direttore, Danilo O. Malavolti, e dell’allora magnifico rettore del Politecnico, prof. Luigi Di Maio. Al termine del primo ciclo della (già) laurea in “ingegneria dei trattamenti delle superfici”, la gestione dell’iniziativa fu trasferita allo stesso Politecnico, sotto l’egida “Poliefun”, e le relazioni di cui sopra, dimenticate (insieme ai due laboratori completamente finanziati da Efun e dai suoi sponsor iniziali, uno di caratterizzazione, oggi fortunatamente ancora utilizzato per la didattica dell’istituto citato, e uno di ricerca e sviluppo, in disuso.
Sulla ripresa delle relazioni con l’istituto superiore Hensemberger, Giovanni Cicatiello ci spiega sinteticamente gli obiettivi, al termine delle sue lezioni di supporto integrativo agli insegnamenti di chimica:

«Rendere semplice e famigliari la terminologia e i concetti basilari del settore vernici – ci spiega Giovanni – è un compito da perseguire per diffondere presso la popolazione gli strumenti e le conoscenze che saranno utili quando si va a comprare un prodotto verniciante, sia che si tratti di un acquisto B2B, sia in veste di consumatori.
In particolare oggi dove la sostenibilità è al centro della discussione industriale europea, i clienti e gli utilizzatori di vernici, per poter selezionare i prodotti con minor impatto sull’ambiente, devono essere informati sulla composizione e l’efficacia applicativa di una vernice.
Con questo intento, con il supporto di Anver (l’associazione della verniciatura industriale) abbiamo avviato un progetto di collaborazione con l’Iti P. Hensemberger di Monza per supportare le ore di insegnamento di chimica delle classi del biennio, con delle lezioni focalizzate sulla chimica delle vernici.
Durante l’anno scolastico, ai giovani studenti abbiamo spiegato la tipologia delle materie prime di una vernice, i vari metodi applicativi, le differenze tra un prodotto al solvente e uno a base acquosa e l’innovazione delle nuove materie prime di origine biologica.
Inoltre abbiamo colto l’occasione per illustrare gli sbocchi professionali offerti dalle aziende del settore vernici e rivestimenti, per indirizzare ed aiutare le scelte sul percorso di studi per coloro che vorranno studiare chimica (o meccatronica) durante il successivo triennio.
Il progetto – sottolinea Giovanni Cicatiello – continuerà anche per il prossimo anno scolastico, arricchendosi dell’occasione di offrire agli studenti delle giornate di visita presso le aziende associate Anver, per mostrare come vengono applicati i prodotti vernicianti e le ultime innovazioni tecnologiche del settore.

A conclusione, attraverso le pagine di Verniciatura Industriale voglio ringraziare la vicepreside dell’istituto, Eleonora Ceriani, e i professori Fabio De Lucia e Concetta Caridi, promotori di questo importante progetto di collaborazione».

Ti potrebbero interessare...
Facci sapere cosa ne pensi...
0 0 voti
Quanto ti è piaciuto l'articolo?
Attiva le notifiche ai commenti
Invia una mail quando ci sono nuovi commenti

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti