Un logo è il racconto di sé, rappresenta l’impronta originale e distintiva di un’azienda. CMA Robotics dopo anni di consolidata e riconosciuta presenza nel campo dell’automazione industriale, oggi si presenta con una nuova veste, diretta, essenziale e professionale, proprio come i prodotti e servizi che l’azienda offre ai propri clienti. CMA Robotics, nasce 30 anni fa, dalla passione e lungimiranza di tre esperti che uniscono le loro conoscenze per portare sul mercato un robot di verniciatura automatica in grado di ottimizzare produzione e tempistiche delle attività del territorio. L’azienda cresce velocemente, e assieme a lei crescono conoscenze e richieste dei clienti, sempre più bisognosi di innovazione e qualità.

Così con il prodotto, muta e prospera anche il logo, e si identifica con un colore che verrà riconosciuto e associato alla CMA in tutti i mercati: il verde, colore della vita che continua e si rinnova, segno di equilibrio e di crescita. “Progettare” significa “gettare avanti” dal latino proiettare, “logo” dal greco “logos”, significa “raccontare”. Progettare un logo quindi vuol dire proiettare in avanti il proprio racconto. E la storia di CMA Robotics, è una storia che non si ferma, così dall’unione dei tre esperti fondatori, sfocia oltre confine, unendo ancora più conoscenze, mercati e culture. Entrata in Efort nel 2015, il più grande produttore cinese di robot, Cma Robotics è oggi una delle otto aziende, di cui cinque italiane, che fanno capo alla holding del gruppo con sede a Torino: tutte si occupano di robotica avanzata nei più diversi settori industriali e tutte hanno conquistato importanti riconoscimenti nel mondo dell’innovazione tecnologica.

CMA radica così ancora di più il proprio posizionamento internazionale grazie al gruppo Efort che presenta sedi anche in Francia, Germania, Brasile, Polonia, India, con un fatturato di 200 milioni di Dollari e una struttura che dispone di oltre 1.400 dipendenti esperti del settore.

Il logo CMA oggi sceglie cosi ancora una volta di seguire l’evoluzione della sua impronta nel mercato. Uniformarsi al gruppo per un’unica forte identità, anche nell’immagine.

«Cambiare marchio dopo tanti anni di attività – sottolinea il general manager Sergio Della Mea – è un passo importante e acquisisce una duplice forza: da un lato la forza del nostro know-how e, dall’altro, quella di una competitività internazionale sempre più marcata. Facendo parte di un gruppo di aziende specializzate in robotica, potremo contare su importanti sinergie e collaborazioni per offrire ai clienti tecnologie sempre più avanzate e migliori servizi». Cma Robotics, infatti, realizza ogni robot di verniciatura “su misura” e si occupa anche della sua integrazione finale in sistemi e processi di produzione evoluti e complessi, sviluppando da sempre tutto internamente, sia la parte meccanica sia il software, garantendo controllo diretto, qualità e prestazioni, flessibilità e velocità di realizzazione. Essere gruppo significa quindi condividere ricerca, sviluppo, progettazione e innovazione con le altre aziende europee e internazionali, creando nuove sinergie tecnologiche, commerciali e finanziarie a tutti i livelli e nuovi scenari di crescita ed espansione per i prossimi anni.

«Per esempio – continua Della Mea – la Evolut Service che fa parte del gruppo, si occuperà del post vendita e dell’assistenza tecnica per tutte le altre aziende del Gruppo: questo significa che le migliaia di nostri clienti e i 2.000 robot CMA ad oggi installati nel mondo avranno un servizio più capillare, flessibile e altamente specializzato. Un’area dedicata interamente al sostegno di clienti di tutto il globo».

Nuovo logo, nuove sfide e nuova storia dunque per CMA Robotics, l’azienda che cambia insieme al suo pubblico.

Ti potrebbero interessare...

Inaugurazione del laboratorio applicativo Kromavis

Un gruppo di 10 aziende superspecializzate nei trattamenti delle superfici

Impianti e macchine per l’industria siderurgica

Nuova organizzazione per Omeco

MaterialScan: aumentano i servizi di prove per il controllo qualità e di analisi dei difetti

Lo stabilimento AkzoNobel a Como aumenta la capacità produttiva

Cromatica Marcegaglia Steel contribuisce a valorizzare il cantiere del Duomo di Milano

50 anni di attività per Sifap Tecnologia, impiantista leader tecnologico e di mercato dell’America Centrale

Facci sapere cosa ne pensi...
0 0 voti
Quanto ti è piaciuto l'articolo?
Attiva le notifiche ai commenti
Invia una mail quando ci sono nuovi commenti

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti