Daniele Comella, il responsabile commerciale di Hydorgen, importante produttore italiano di elettrolizzatori modulari per la produzione di idrogeno, nei momenti di massima tensione sui prezzi e sulla disponibilità di gas e gasolio dello scorso anno ha offerto agli associati Anver un interessante opzione basata sulla produzione di idrogeno verde, ottenuto utilizzando energia fotovoltaica per separare ossigeno e idrogeno dall’acqua ed alimentare così le camere di combustione dei forni di asciugatura ed essiccazione degli impianti di verniciatura operanti a gas o a gasolio. Tra le ipotesi, nel caso d’impianti a gas, l’utilizzo di miscele idrogeno/gas, in proporzioni tali da non dover effettuare interventi importanti sui circuiti e bruciatori esistenti, ottenendo comunque risparmi interessanti di gas (intorno al 30%) e aumento del potere calorico a parità di m2 erogati.

A novembre gli interessati sono stati invitati a visitare un impianto installato presso una scuola di Carpi (Modena), perfetto per vedere e capire di persona come funziona un impianto a idrogeno in blending. L’impianto è composto da fotovoltico, 2 elettrolizzatori, un compressore, un miscelatore idrogeno/gas, un serbatoio e una caldaia (nel caso della scuola il sistema serve l’impianto di riscaldamento).

Ti potrebbero interessare...

Sviluppo di MES su misura per connettere processi, dati e persone

Nuova macchina per il PVD 2.0®

Supporto all’innovazione tecnologica, passi indietro

L’efficacia delle IA nelle linee di produzione

Sverniciatura: operazioni in continuo a impatto ambientale sempre più basso

Akzonobel Powder Coatings collabora con CoatingAI per esplorare le nuove frontiere della sostenibilità

Miscele d’idrogeno e gas

La verniciatura a polveri di MDF: un aggiornamento

Facci sapere cosa ne pensi...
5 1 Vota
Quanto ti è piaciuto l'articolo?
Attiva le notifiche ai commenti
Invia una mail quando ci sono nuovi commenti

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti