Daniele Comella, il responsabile commerciale di Hydorgen, importante produttore italiano di elettrolizzatori modulari per la produzione di idrogeno, nei momenti di massima tensione sui prezzi e sulla disponibilità di gas e gasolio dello scorso anno ha offerto agli associati Anver un interessante opzione basata sulla produzione di idrogeno verde, ottenuto utilizzando energia fotovoltaica per separare ossigeno e idrogeno dall’acqua ed alimentare così le camere di combustione dei forni di asciugatura ed essiccazione degli impianti di verniciatura operanti a gas o a gasolio. Tra le ipotesi, nel caso d’impianti a gas, l’utilizzo di miscele idrogeno/gas, in proporzioni tali da non dover effettuare interventi importanti sui circuiti e bruciatori esistenti, ottenendo comunque risparmi interessanti di gas (intorno al 30%) e aumento del potere calorico a parità di m2 erogati.

A novembre gli interessati sono stati invitati a visitare un impianto installato presso una scuola di Carpi (Modena), perfetto per vedere e capire di persona come funziona un impianto a idrogeno in blending. L’impianto è composto da fotovoltico, 2 elettrolizzatori, un compressore, un miscelatore idrogeno/gas, un serbatoio e una caldaia (nel caso della scuola il sistema serve l’impianto di riscaldamento).

Ti potrebbero interessare...

Akzonobel Powder Coatings collabora con CoatingAI per esplorare le nuove frontiere della sostenibilità

Miscele d’idrogeno e gas

La verniciatura a polveri di MDF: un aggiornamento

Applicazione quasi airless di vernici in polvere

Ancora sull’azoto come fluido di trasporto vernici

Misura dello spessore del rivestimento per celle di batterie prismatiche

PPG introduce PPG Envirocron Primeron

Non è tutto oro ciò che luccica

Facci sapere cosa ne pensi...
5 1 Vota
Quanto ti è piaciuto l'articolo?
Attiva le notifiche ai commenti
Invia una mail quando ci sono nuovi commenti

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti