Presentati qualche anno fa (P&E Milano Coating Days 2021) da Davide Niego, (allora DSM Resins, ora Covestro) e, in anteprima insieme a un produttore di vernici, Sirca, in uno degli eventi organizzati nell’ambito del progetto Finiture Green durante la Milano Design Week 2018, resine contenenti monomeri derivanti da biomasse e vernici formulate con tali resine hanno avuto un iniziale interesse di mercato che si ritiene di dover vivacizzare.
In effetti, oggi c’è una grande attenzione verso tutto quanto etichettato come “bio”, e un gruppo di aziende impegnate nella formulazione di materie prime per produrre vernici e rivestimenti moltiplicano i loro sforzi per presentare caratteristiche tecniche e opportunità. Tra le iniziative proposte Biobased Coating Europe, che si celebrerà i prossimi 5 e 6 giugno a Valencia, in Spagna, organizzato da un gruppo americano (ACI, Active Communications International).

«La quinta edizione dell’evento – si legge nel comunicato degli organizzatori – continuerà a fornire aggiornamenti sul mercato europeo e mondiale delle vernici basate sulla chimica derivata dalle biomasse, esaminando al contempo le politiche e i regolamenti dell’UE che attualmente ne ostacolano la più ampia diffusione e le strategie per superare questi ostacoli. Esploreremo le nuove tecnologie emergenti, le opportunità e sfide e altri argomenti interessanti nell’ambito dell’industria dei rivestimenti a base bio».
Sono previste varie sessioni di presentazione e discussione sui seguenti punti:

  • il mercato “bio” dal punto di vista normativo e del suo sviluppo futuro
  • sfide e opportunità per l’ulteriore sviluppo della biochimica (uso del bilancio di massa o del carbonio 14)
  • normativa comunitaria e sostegno pubblico per motivare l’industria dei rivestimenti
  • soluzioni per la riduzione della produzione di rifiuti, la loro gestione e il contributo delle materie prime basate sulle biomasse
  • attualità e futuro della chimica alternativa per la formulazione di vernici e rivestimenti
  • aspetti economici comparati tra chimica tradizionale e chimica alternativa per la produzione di vernici e rivestimenti.

I relatori confermati al momento di andare in stampa con la nostra rivista (gennaio) sono:

  • Jonathan Lane, Global Business Development Manager, GF Biochemicals
  • Anna Zhenova, Founder & CEO, Green Rose Chemistry
  • Toine Biemans, Manager Sustainability and Scientific Academic Partnerships, Worlée-Chemie
  • Kathrin Schilling, Managing Director, BioPowder
  • Roger Blokland, CEO & Co-Founder, Relement
  • Joost Broeders, Technical Director, Baril Coatings
  • Gareth Hayfield, Head of R&D, Farrow & Ball
  • Pieter Samyn, Senior Engineer Circular Economy Renewable Materials, Sirris
  • Roel Vleeschouwers, Business Development Manager, Vito
  • Nicolas Florent, General Manager & Business Director, Ecoat
  • Yorgos Chalkias, Head of Sustainability, Hempel A/S
  • Dr Ivana Krkljus, Global Strategic Advocacy, Renewable and Recycled Carbon Policy, Basf
  • Michael Kiehnel, Managing Director, Bch
  • Helene Pernot, Sustainable Manager for Coating Solutions, Arkema
Ti potrebbero interessare...

Dichiarazione ambientale di prodotto 2024-2029 per la collezione Adapta Vivendi SDS (Super Durable System)

Una posizione di rispetto internazionale nel campo della tecnologie ambientali. I 40 anni di Airprotech

La verniciatura industriale e l’economia circolare

Rivestimenti in polvere con certificazione internazionale di sostenibilità e carbonio Plus per l’uso di materie prime a base bio

Rivestimenti a base biologica

ESG: approfondimenti (III)

Donne dei trattamenti di superficie

Le vernici all’acqua sono il futuro

Facci sapere cosa ne pensi...
0 0 voti
Quanto ti è piaciuto l'articolo?
Attiva le notifiche ai commenti
Invia una mail quando ci sono nuovi commenti

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti