Il 24 aprile Marco Zanor della CMA Robotics, azienda della provincia di Udine che produce robot di verniciatura, ha introdotto il tema dell’automazione dei processi con focus sui sistemi di programmazione.

Dall’autoapprendimento, al punto a punto, alla programmazione off-line e infine all’auto-generazione dei programmi: su quest’ultima tecnologia l’azienda ha recentemente investito le risorse maggiori sviluppando sistemi del tutto automatici.

Utilizzando laser, videocamere e sensori ottici, è stato possibile eliminare lunghi e laboriosi procedimenti per la programmazione dei cicli di lavoro dei robot. Questi sistemi (AWPS, ADPS) permettono, quando il programma è già memorizzato, di riconoscere la forma dei pezzi e la loro posizione: il robot genera in tempo reale il programma associato al pezzo, che può essere eseguito in ogni posizione. Perciò non è necessario posizionare in modo specifico i pezzi prima della verniciatura.

Questi sistemi sono stati sviluppati inizialmente per il settore dei serramenti, successivamente per i pannelli in legno per mobili (inizialmente solo per quelli di forma rettangolare, in seguito anche per quelli curvati e sagomati), infine per le applicazioni a polvere sia per l’auto-generazione dei programmi che per adattare l’esecuzione di un programma alla reale posizione dei pezzi da verniciare.

Costantino Beraldo della WEBB Robotics ha in seguito introdotto il tema dei robot collaborativi che hanno la particolarità di essere macchine utilizzabili accanto all’uomo per diverse applicazioni e hanno pesi variabili. Sono molto versatili, agiscono per autoapprendimento e possono essere installati senza dover apportare modifiche al layout della linea. Il robot può agire sia collaborativamente che non, e in questo caso opera a una velocità maggiore. Tutti i robot collaborativi devono essere equipaggiati, per rendere l’isola collaborativa, con pinze di manipolazione e accessori che non abbiano spigoli vivi. Vengono poi regolati attraverso la tastiera di manipolazione di cui sono dotati tutti i robot.

Leave a Reply