BLOG - Reportage

Verniciatura a polveri 4.0

By 30 Marzo 2022 Aprile 7th, 2022 No Comments

L’ESIGENZA DI DIVERSIFICARE LA PRODUZIONE HA PORTATO A SCEGLIERE TECNOLOGIE INTERCONNESSE DI ULTIMA GENERAZIONE PER LA VERNICIATURA A POLVERI DI CAPPE DA CUCINA E ALTRI ELETTRODOMESTICI

Il 2021 rappresenta una tappa storica per la Fratelli Gionchetti di Matelica: il centesimo compleanno.

Un secolo di attività e di esperienza nella produzione di mobili metallici per biblioteche, archivi, ma anche di soluzioni personalizzate adatte a diverse tipologie di ambiente, che conciliano funzionalità ed eleganza.

Vantano la firma Fratelli Gionchetti gli arredi di moltissime aule di illustri Atenei quali Urbino, Roma La Sapienza, Venezia, Napoli, ma anche dell’Archivio di Stato a Roma, del Monastero di Clausura a Monza e moltissimi altri. Contraddistinta da caratteristiche proprie di una realtà artigianale, l’azienda è sempre stata in grado di adattarsi ai cambiamenti cercando di coniugare creatività e unicità dei pezzi con la precisione e la rapidità del mondo industriale, aggiornando costantemente i reparti produttivi con tecnologie sempre al passo coi tempi.

L’ESIGENZA DI DIVERSIFICAZIONE


«Tra il 2013 e il 2014, la crisi economica ha investito anche i fondi destinati a biblioteche, musei e altre istituzioni statali, ovvero la maggior percentuale dei nostri utilizzatori – ci raccontano Michele e Sigismondo Mosciatti, direttori operativi dell’azienda – e questa situazione ci ha ben presto spinto, per esigenza, a diversificare la nostra attività, cominciando a svolgere operazioni di verniciatura per conto terzi dapprima con l’impianto concepito per il nostro prodotto e in seguito installando un’apposita cabina, affidandoci sempre a Wagner, tenendo conto anche dell’aumento sostanziale dei cambi colore (fino a 20 in 8 ore)». 

IL NUOVO IMPIANTO DI FABRIANO


Con il rapido sviluppo dell’attività di verniciatura conto terzi, si è ben presto presentata la necessità di un nuovo impianto, tecnologicamente avanzato e concepito per il rivestimento a polveri prevalentemente di cappe da cucina e altri elettrodomestici, dotato di una cabina Wagner di ultima generazione e completamente conforme ai criteri del piano Industria 4.0 per il controllo e la gestione dei dati di produzione.

«Circa un anno fa abbiamo installato il nuovo impianto di Fabriano – ci spiega Mirko Memeti, responsabile della verniciatura -, costituito da componenti di ultima generazione per rispondere a esigenze prima di tutto quantitative (nello stabilimento di Matelica non eravamo più in grado di gestire tutto), ma anche logistiche (ci troviamo in prossimità di un produttore di lamiera) e produttive: se in passato i rivestimenti dell’elettrodomestico erano prevalentemente bianco e nero, oggi le esigenze sono cambiate e questo mercato richiede finiture particolari (come per esempio i super opachi), tali da rendere l’elettrodomestico non solo un oggetto funzionale, bensì anche estetico. E ciò comporta un elevato numero di cambi colore al giorno e di conseguenza una manutenzione più frequente».

CARATTERIZZAZIONE DELL’IMPIANTO


Un PLC gestisce e controlla l’intero impianto, che è costituito da:

  • zona di carico;
  • tunnel di pretrattamento a 5 stadi più passivazione nanotecnologica con prodotto Pronortec di Chemtec utilizzata o meno a seconda delle esigenze;
  • forno di asciugatura;
  • cabina di verniciatura Wagner con robot antropomorfo Lesta per le operazioni di pre ritocco e dotata di Supercenter Evo (Wagner) per la gestione del cambio colore rapido;
  • forno di polimerizzazione;
  • zona di scarico pezzi.

LA CABINA DI VERNICIATURA


Comprese e studiate a fondo le esigenze del cliente, Wagner ha lavorato alla realizzazione di una cabina top di gamma che assicurasse una qualità eccellente e fosse in grado di ridurre quasi a zero gli scarti di produzione» ci spiegano Michele De Cesaris ed Emanuele Zepponi di Wagner.

All’ingresso della camera pressurizzata è stato installato un sistema di scansione delle geometrie dei pezzi da verniciare che, in virtù dell’interconnessione sia con il robot antropomorfo Lesta dedicato alle fasi di pre ritocco, che con il sistema di reciprocatori, è in grado di generare il corretto programma di verniciatura (distanza delle pistole dal pezzo, durata del processo e così via) e di archiviare la “ricetta” all’interno del sistema, pronta per usi futuri.

L’installazione del centro polveri Supercenter Evo Wagner ha risposto efficacemente all’esigenza dell’azienda di cambi colore frequenti e rapidi, essendo dotato di un alto grado di automazione e di un funzionamento privo di contaminazione di prodotto. Anche questa tecnologia è interconnessa al gestionale centrale: grazie ad appositi sensori è infatti in grado di acquisire dati controllati e gestiti dall’azienda, come ad esempio il consumo di polvere. La camera pressurizzata, grazie a un plenum filtrato, è in grado di filtrare l’aria che viene immessa evitando l’ingresso a impurità che potrebbero danneggiare l’operazione di verniciatura generando così scarti di produzione.

CONCLUSIONI


L’azienda Fratelli Gionchetti si colloca a buon diritto tra le fila delle aziende virtuose che hanno fatto di necessità virtù diversificando le proprie attività, adattandosi ai cambiamenti con entusiasmo e rispondendo in maniera rapida ed efficiente a richieste nuove e sempre più impegnative, scegliendo partner, come Wagner, in grado di recepire le esigenze del cliente e di sviluppare soluzioni su misura.

GALLERIA

Leave a Reply

DutchEnglishFrenchItalianSpanish