KROMAVIS È UN’AZIENDA NATA DI RECENTE DALL’ESPERIENZA PLURIENNALE DI UN GRUPPO DI PROFESSIONISTI IMPEGNATI NELLO SVILUPPO DI TECNOLOGIE AUSILIARIE DI MIGLIORAMENTO DEI PROCESSI DI RIVESTIMENTO DELLE SUPERFICI. LA GIOVANE REALTÀ COMASCA HA MESSO A PUNTO NITROWISE, UN GENERATORE DI AZOTO IN GRADO DI SODDISFARE LE ESIGENZE DI OTTIMIZZAZIONE PRODUTTIVA E QUALITATIVA DEL SETTORE DELLA VERNICIATURA A 360°.

Come nasce Kromavis?

Kromavis nasce dall’esperienza di un gruppo di esperti nel campo delle tecnologie per l’ottimizzazione dei processi di rivestimento delle superfici. Gli ultimi anni li abbiamo infatti dedicati allo sviluppo di un nuovo macchinario in grado, tramite l’impiego di un gas inerte come l’azoto, di portare notevoli vantaggi a tutte quelle realtà che erogano del prodotto chimico, vernici e affini, su supporti di varia natura. Quest’anno per la prima volta ci siamo presentati al pubblico lanciando la nostra macchina Nitrowise a importanti fiere di settore: Paint Expo in Germania, Global Industrie in Francia e Autopromotec in Italia.

Qual è il tratto identificativo che distingue Kromavis in un mercato già noto come quello della verniciatura con azoto?

Il nostro gruppo, parte in Italia e parte in Turchia, ha ricercato e applicato il concetto di “smartness” tanto alla tecnologia quanto alla struttura della nostra realtà. Oggi Kromavis è un’azienda snella che ingloba l’esperienza maturata negli anni, utilizzando un metodo consolidato ma in maniera diversa: affrontare il mondo della verniciatura a 360°, dalle piccole carrozzerie alle grandi realtà. Per questo abbiamo costruito una macchina completa che semplifichi la scelta del cliente, offrendogli al contempo tutto ciò di cui ha bisogno.

Come funziona Nitrowise e quali sono gli aspetti che contraddistinguono questa tecnologia?

Dal punto di vista tecnico, la macchina è semplice: un generatore di azoto non generico ma studiato e concepito appositamente per il mondo della verniciatura, alimentato da aria compressa e a bassissimo consumo di energia elettrica, che utilizza il metodo della permeazione. Il posizionamento della tecnologia è estremamente semplice e non obbliga a modifiche strutturali dell’impianto, vantaggio in grado di snellire l’installazione ma anche le fasi di prova del macchinario. Nitrowise per prima è in grado di utilizzare azoto concentrato al 95 – 98% e di condizionarlo, ovvero riscaldarlo o raffreddarlo a seconda della tipologia di verniciatura. La macchina, ambivalente, è anche dotata di un apparecchio ionizzante in grado di caricarla positivamente o negativamente in base al supporto che andrà a rivestire: tutte caratteristiche che la rendono facile da utilizzare e molto efficace in termini di efficienza di  trasferimento ma anchedi uniformità dello spessore e di risparmio di prodotto chimico (dal 10 al 25%, in base alle attività). Inoltre Nitrowise è dotata di un PC industriale, configurato con Windows, che permette a qualsiasi pc che abbia lo stesso sistema operativo di monitorarne il funzionamento e quindi di controllarne e processarne i dati. Questo significa assistenza immediata e manutenzione prolungata, oltre che naturalmente interconnessione con l’impianto di verniciatura e quindi conformità ai criteri di Industria 4.0.

Quali sono le previsioni future e gli obiettivi a breve e lungo termine di Kromavis?

Sicuramente affrontare il mercato compiendo un percorso di oggettivazione dei processi di verniciatura. Non vogliamo solo vendere un prodotto, ma offrire un servizio che consenta al cliente di raggiungere un livello di qualità eccellente, i cui parametri siano dimostrabili e in questo ci affidiamo a Sprayvision, lo strumento sviluppato dai nostri collaboratori della Repubblica Ceca.

Sicuramente tra gli obiettivi a breve termine rientra tanto il progetto di inaugurazione del nostro centro tecnico di Como, che avrà la funzione di centro prove ma anche di polo formativo, quanto la formazione di una solida e capillare rete commerciale costituita da partner e collaboratori in grado di abbracciare la nostra visione e rappresentarla al meglio.

Sistemi di gestione i4.0. Un punto della situazione – p2

Verniciatura di pezzi di SMC e BMC: un’attualizzazione

Robotizzare semplificando

Metodi normati di controllo anticorrosivo in laboratorio

Le innovazioni tecnologiche da industrializzare negli impianti in funzionamento quando i costi del gas metano e dell’energia elettrica raggiungessero un momento insopportabile

Un alleato intelligente per l’ottimizzazione dei processi di verniciatura con azoto in sostituzione di aria compressa

Sistemi di gestione i4.0. Un punto della situazione – p1

Fonti energetiche alternative

Leave a Reply