Abbiamo avuto l’occasione di assistere ad alcune prove di decorazione per ottenere differenti effetti legno su profilati di PVC per architettura, nel laboratorio esperienze di un produttore di macchine per la verniciatura molto conosciuto nel mondo del legno (Makor). L’azienda è nota in particolare per la capacità d’industrializzare prodotti e finiture tipicamente artigianali: nel caso visto, permette di ottenere diversi effetti legno per colore e forme della vena, sia in modo perfettamente controllato (riproducendo sempre lo stesso effetto) sia gradi successivi di personalizzazione (per ottenere sempre l’effetto legno desiderato, ma con le variazioni tipiche di un’essenza naturale). A una velocità drasticamente superiore ai sistemi noti, che consentono di ottenere l’effetto legno su profilati.

Sviluppato per dare soluzione all’annoso problema dell’aspetto dei serramenti (finestre, porte e altri componenti per edilizia) di PVC – che sono economici e ben isolanti ma noti per le loro misere prestazioni estetiche – il sistema ci pare adatto a molteplici applicazioni nell’ambito dei profilati per architettura, visto che l’effetto si ottiene su superfici verniciate. È quindi indifferente il materiale costruttivo del profilato, sia esso PVC o altri materiali polimerici, alluminio, legno. Importa l’adesione della vernice di decoro sulla vernice sottostante, e da questo punto di vista il partner, che ha sviluppato con il fabbricante dell’impianto il processo (Renner Italia), ha in corso lo sviluppo di versioni dedicate ai vari tipi di fondi, liquidi e a polveri.

Le caratteristiche del processo che ci sembrano particolarmente interessanti, in particolare se paragonati ai sistemi attualmente utilizzati, sono tre:

  • l’effetto legno si ottiene con vernici per esterni, dunque con alte resistenze all’esposizione solare (10 anni nel ciclo per PVC che abbiamo avuto l’occasione di vedere applicato, ma la durabilità può essere ulteriormente implementata sovrapplicando un trasparente protettivo finale)
  • la produzione della macchina è di 1 profilo di 6.000 mm, sulle 4 facce, ogni 15 s
  • il processo è completamente automatico, non è necessaria manodopera.

Una descrizione tecnica del processo e dei prodotti vernicianti utilizzati è stata pubblicata sul n. 627/68 di Verniciatura Industriale

Leave a Reply

*