Jotun Italia è nata a Trieste nel 1991, filiale Italiana del Gruppo Jotun A/S, marchio norvegese riconosciuto come leader mondiale per la produzione di pitture e rivestimenti anticorrosivi per i settori della marina, yachting, protezione industriale, rivestimenti in polveri e decorativi.

Dalla data di fondazione, 1926 il Gruppo Jotun può contare su una presenza mondiale con uffici e società proprie in 65 paesi, di cui 40 stabilimenti produttivi. Grazie ad una strategia lungimirante Jotun Italia ha deciso di investire sullo sviluppo della propria rete distributiva, incrementando il numero di dealer e distributori dotati di sistema tintometrico industriale e coinvolgendo i suoi partner in importanti programmi di formazione al fine di garantire una maggiore efficienza, professionalità e flessibilità al cliente finale. MPR Commerciale dealer storico di Jotun Italia per il territorio di Milano, nella persona di Gianluigi Rosselli afferma «Il marchio Jotun è un brand estremamente sensibile alle esigenze e necessità del cliente finale e si adopera sempre per trovare soluzioni adatte a soddisfare ogni loro necessità, a partire dalla linea versatile di cui fa parte il primer Penguard HSP ZP che consente di soddisfare un mercato industriale estremamente vasto grazie alle sue caratteristiche principali quali:
· bicomponente epossidico ai fosfati di zinco
· alto contenuto di solidi in volume (73%)
· basso contenuto di VOC 246 g/l
· rapida essicazione – 2 h secco al tatto, che permette di movimentare i materiali in tempi molto veloci
· range di DFT da 60my a 250 my che soddisfa i requisiti per vari tipi di protezione».

Al signor Rosselli abbiamo rivolto le seguenti domande per spiegare in quale modo i prodotti Jotun possono soddisfare le esigenze di lavorazione in diversi settori.

Quali sono le esigenze dei clienti e cosa ricercano?

Tutti i colorifici internazionali e locali hanno fondi epossidici nella loro gamma prodotti. Sicuramente tra le caratteristiche più ricercate ci sono la rapidità di asciugatura, ampio range di spessore applicabile, alto solido ed infine un ottimo rapporto qualità prezzo. In sostanza un prodotto versatile in grado di garantire buone performance anticorrosive e d’adesione sul substrato facilmente gestibile e applicabile.

Quali sono i punti di forza di Penguard HSP ZP che più hanno colpito in maniera positiva i tuoi clienti?

Tra i punti di forza riscontrati dai miei clienti c’è sicuramente il tempo minimo di ricopertura, molto ridotto anche a basse temperature, che permette un aumento significativo e consistente in termini di produttività molto apprezzato anche dalle aziende e verniciature che operano nel mercato della carpenteria leggera che Penguard HSP ZP, pur avendo le caratteristiche di un tipico primer d’anticorrosione richiedono una superficie distesa ed esteticamente gradevole. Inoltre a differenza di altri primer epossidici presenti sul mercato PENGUARD HSP ZP è un prodotto alto solido con bassissimi valori di COV (composti organici volatili) che permette agli utilizzatori di ridurre l’emissione di solventi in atmosfera. Infine la colorazione light grey fa sì che il primer possa essere facilmente ricopribile con finiture poco coprenti come le tonalità gialle ed arancioni.

Quali sono i settori d’impiego dove questo prodotto è maggiormente utilizzato?

Come ho già avuto modo di dire Penguard HSP ZP è un fondo epossidico molto versatile quindi i segmenti e campi d’impiego sono svariati. Si va dalla struttura metallica utilizzata nelle costruzioni di ponti e capannoni fino ad apparecchiature per svariati settori come la carpenteria leggera e pesante.

Leave a Reply

*