Già da parecchi anni, dopo la crisi economica del 2008-2009, lo sviluppo dei consumi delle vernici in polvere in Italia si è fermato (l’anno d’oro del 2007 aveva portato al record europeo di 121.550 tonnellate).

Infatti le cifre di produzione e di utilizzo degli anni successivi lo stanno a dimostrare:

  • 2009 = 98.000
  • 2013 = 85.650
  • 2015 = 79.480
  • 2017 = 88.000
  • 2020 = 92.350.

In altre parole sembrerebbe che il mercato dell’utilizzo di vernici in polvere abbia raggiunto la sua maturità, perché il campo della metalmeccanica sarebbe completamente soddisfatto dalla produzione attuale.

Invece non è così. Tanti sono i settori ancora disponibili:

  • quello dell’automobile
  • quello del “coil coating”
  • quello dei veicoli industriali
  • quello dell’anticorrosione di strutture metalliche
  • quello della minuteria metallica
  • altro ancora.

Non solo: tutti gli altri settori (plastica, legno, vetro, altro) dipendono oggi praticamente solo dalle vernici liquide inquinanti (anche le odierne vernici all’acqua contengono ancora percentuali di VOC).

Tutto questo cosa sta a significare?

Forse che le singole aziende produttrici di polveri non sono interessate a ricercare formulazioni di polvere innovative per creare nuovi mercati, accontentandosi dei prodotti attualmente esistenti?

Perché non riunire gli sforzi per disporre anche di finanziamenti atti a delegare ricercatori universitari a percorre la strada dell’innovazione “tout court” (polveri in acqua a bassa temperatura di cottura per manufatti plastici; per pannelli in MDF; per “coil coating”; per polimerizzazione UV; per applicazione “a “fiamma” e così via).

E a tempo: prima che le leggi ambientali del futuro costringeranno a disporre di prodotti vernicianti in polvere che ancora non esistono.

Il Sottomarino S506 Enrico Toti pronto per un nuovo intervento di manutenzione

Nanotecnologie 2020

P&E Milano Coating Days al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci

Webinar 26 marzo – Prove accelerate di resistenza alla corrosione

Nanotecnologie 2020 – Online webinar 3 dicembre!

Master sul trattamento delle superfici al Politecnico di Milano

Sverniciatura in linea di attrezzature e manufatti

I webinar dell’Anver

La gestione degli articoli secondo il Regolamento REACH e il nuovo Database SCIP

La cultura del colore

Milesi per Mt Everest Fashion Runway

Progetto Inbuyer

Tavola Rotonda – Gis

Nanotecnologie 2019

A Piacenza la 7° edizione delle Giornate Italiane del Sollevamento

Polveri EcoCoating 2020

Progetto Fuoco, 19-22 febbraio 2020

Innover 2019 Bari

GIS – Giornate Italiane del Sollevamento di Piacenza

Corso di formazione

Finiture Green Experience 2020 – colors in the air

Fuorisalone 2019, Navigli Colors

5 MOTIVI PER ISCRIVERSI AL CORSO DI FORMAZIONE PER ISPETTORI RINA

ECOCOATECH 2019 – I 5 BUONI MOTIVI PER NON MANCARE

wood coating

NEXT WOOD: nuove frontiere tecnologiche nella VERNICIATURA E FINITURA DEL LEGNO

Festa della verniciatura italiana al Museo della scienza e della tecnologia di Milano

Festa della verniciatura italiana al Museo della scienza e della tecnologia di Milano

festa della verniciatura

Come è andata la festa della verniciatura?

Lamiera 2019: Ecocoatech, fiera di riferimento italiana per la verniciatura

seminario tecnico scientifico

PoliEFUN: il seminario “Trends in wood coating”

Festeggiare i primi 50 anni con uno sguardo al futuro!

sostenibilità

FINITURE GREEN

Le finiture sostenibili si presentano alla Milan Design Week.

Paintexpo

Un rinnovato successo per la settima edizione

Una passeggiata green

nel cuore di Milano

Leave a Reply

*