Perché?

Perché ad oggi, dopo avere provato varie tecnologie sostitutive: con nitrato d’argento come pigmento sciolto in resine tradizionali al solvente oppure fondo e finitura trasparenti con deposito metallico con la tecnica del PEPVD, i risultati non sono mai stati soddisfacenti in fatto di resistenza alla corrosione atmosferica, all’ambiente esterno, alla resistenza all’attrito (le prove di resistenza alla nebbia salina lo hanno dimostrato).

Solo il processo PVD di deposito di cromo metallico in fase di plasma e in ambiente sottovuoto, applicato su vernice di fondo UV senza solventi e, dopo metallizzazione fisica, rifinito con vernice trasparente poliuretanica alifatica bicomponente, è paragonabile alle prestazioni della cromatura galvanica. Molte aziende già stanno fornendo apparecchiature e utilizzano la tecnologia PVD per sostituire la fase galvanica, ad esempio:

  • la Novellini, della provincia di Mantova, per cromare i profili in alluminio dei box doccia
  • la Imper di Garbagnate Milanese per trattare i propri manufatti (erogatori d’acqua e altro)
  • la Metallizzazione Molteni, di Barzago (Lc), terzista di metallizzazione plastica e vetro, specializzata nella finitura di contenitori (come bottiglie, ad esempio)
  • la Protim, di Bedizzole (Bs), che tratta manufatti di occhialeria, illuminotecnica, rubinetteria e molto altro
  • la STS di Cellatica (Bs), che pure riveste con PVD utensileria, componentistica e altro ancora
  • la CM Group di Vobarno (Bs), che croma fisicamente maniglie, orologi, armi e così via
  • la SITIM di Cassino (FR), che riveste componenti auto e illuminotecnica
  • la HT Italia di Cherasco (CN) che riveste componenti auto e moto
  • la PVD Technologies di Casto (Bs), terzista di oggetti cromati fisicamente
  • Made Black di Chiuduno (BG), terzista specializzato in accessori per la moda
  • Fortex, di Montebelluna (TV), terzista con una esperienza nell’ambito delle attrezzature sportive.
  • Tra i produttori di impianti ricordiamo Kolzer, di Cologno Monzese (MI), con i suoi reattori di PVD Sputtering.
PROVE DI QUALITA’

Forte di queste premesse abbiamo richiesto dati che testimoniassero le prestazioni di pezzi di alluminio e plastica trattati con la cromatura fisica, in relazione alle esigenze medie degli utilizzatori.La tabella che segue, fornita da Kolzer relativa alle prove eseguite a settembre 2019, risponde pienamente a queste richieste. Riportano infatti una serie di prove disposte normalmente per l’approvazione dei campioni da parte delle principali case automobilistiche.

PROPRIETÀ

TEST

RISULTATO

Adesione quadrettatura

ISO 2409

GTO 0% di rimozione

Durezza bucholz

UNI EN ISO 2815 08/05

BH 167

Resistenza all’impatto,
Urto diretto

ASTM 2794-93 1 kg - 20 mm / 2 cm

Nessuna fessurazione

Resistenza ai raggi UV - QUV

ASTM G154-04

Running

Resistenza camera umido
Statica (1056 h a 40 °C)

Controllo visivo Adesione + Strappo
Pettine 1 mm dopo 2h

Nessuna perdita di brillantezza. 2h = GT1

Resistenza alla corrosione
(nebbia salina per 1300 h)

Controllo visivo Adesione + Strappo
Pettine 1 mm dopo 2h

Nessuna perdita di brillantezza.
Distacco in alcuni punti (sui bordi dove lo spessore di vernice è inferiore). 2h = GT1

Idrossido di sodio 0.01N -
4h a 50 °C

Eseguire la valutazione dopo aver sciacquato con acqua. Il rivestimento non deve risultare morbido, gonfio o
resistente allo strofinamento. Nessuna macchia indelebile.

Nessun difetto da segnalare.

Acido solforico 0.01 N
24h / RT

Eseguire la valutazione dopo aver sciacquato con acqua. Il rivestimento non deve risultare morbido, gonfio o
resistente allo strofinamento. Nessuna macchia indelebile.

Nessun difetto da segnalare.

Resistenza ai solventi -
Alcool Etilico denaturato
99.9%

10 passate doppie

Nessuna perdita di: adesione;
rammollimento; scollamento;
rigonfiamento; brillantezza.

Resistenza ai solventi -
Acetone

10 passate doppie

Nessuna perdita di: adesione;
rammollimento; scollamento;
rigonfiamento; brillantezza.

Resistenza alle essenze -
GT1

10 passate doppie

Nessuna perdita di: adesione;
rammollimento; scollamento;
rigonfiamento; brillantezza.

Prova della goccia

EN12373-4

Nessuna perdita di adesione.

Perdita di peso

EN12373-7

Nessun difetto da segnalare.

Resistenza all’abrasione

Carta vetrata a grado 00

Nessun difetto da segnalare.

Resistenza agli agenti
chimici PH

PH 1 … e PH 13,5

Nessun difetto da segnalare.

Resistenza alla
temperatura

200 °C per 2h

Nessun difetto da segnalare.

CONCLUSIONE

Il notevole risultato pratico del ciclo misto vernici UV/deposito Cromo metallico/trasparente di finitura poliuretanica ha confermato la validità, ma soprattutto ha evidenziato che è possibile sostituire la tecnologia di deposito chimico del metallo con quella di deposito fisico.

Leave a Reply

*