BLOG - Reportage

Alta resistenza alla corrosione con la passivazione nanotecnologica a base di composti organici del fosforo

By 12 Luglio 2021 Agosto 23rd, 2021 No Comments

Paoli F.lli è un’azienda metalmeccanica di Villa D’Anaunia (Trento, Italia), sediata nel cuore della zona di produzione della mela trentina, conosciuta internazionalmente con il marchio Melinda. Nata nel 1922 per dare assistenza alle esigenze di un’agricoltura alla ricerca di sistemi tecnologicamente avanzati e lotta integrata ai parassiti per ottenere prodotti di qualità senza l’uso di pesticidi, la famiglia Paoli (oggi gestita dalla terza generazione) ne ha mutuato lo spirito: attenzione all’evoluzione tecnologica, gusto per le cose ben fatte, focalizzazione sulla qualità.

«Alle attività originali nel campo della meccanizzazione agricola – ci riceve Loris Paoli, il responsabile dell’azienda di verniciatura della F.lli Paoli – abbiamo nel tempo ampliato conoscenze e offerta tecnologica. Oggi la nostra azienda offre un servizio completo per conto terzi nel campo della trasformazione dei metalli, ferrosi e non ferrosi, per sviluppare e produrre qualsiasi tipo di progetto, a partire dalla materia prima (tubi e lamiere) per consegnare un prodotto completamente finito».

L’azienda è organizzata per reparti fortemente integrati ma indipendenti su un’area coperta di oltre 4000 m2, a cui si aggiungono circa 6500 dedicati alla logistica dei materiali. Utilizza sistemi avanzati di progettazione CAD CAM 2 e 3D, connessi al reparto di lavorazione meccanica (taglio laser e piegatura lamiere), lavorazioni meccaniche automatiche e manuali assistite da robot collaborativi, saldature manuali e robotizzate); al reparto metalmeccanico si affiancano quelli di sabbiatura, metallizzazione a spruzzo e verniciatura, sia liquido sia a polveri, che lavorano per conto terzi e in proprio; infine, è presente un reparto per gli assemblaggi e la preparazione delle spedizioni.

L’occasione della visita all’azienda trentina è l’implementazione, nelle due linee di verniciatura preesistenti, di un processo di conversione nanotecnologica di ultima generazione sviluppato e prodotto da Chemtec, basata su composti organici del fosforo.

REPARTO DI VERNICIATURA E NANOTECNOLOGIE


Lavora come azienda per conto terzi, oltre che per dare protezione e finitura ai pezzi prodotti in azienda.

L’ambito d’attività è particolarmente vasto, così come la dotazione impiantistica:

  • una grande cabina di sabbiatura e metallizzazione termica. Per avere un’idea delle dimensioni, è sufficiente pensare che l’azienda effettua la manutenzione completa di macchine agricole, rimorchi e containers. È servita da carroponte ed eventuali carrelli di sostegno
  • una grande cabina forno parzializzabile per pezzi fuori standard, servita da carroponte ed eventuali carrelli di sostegno
  • una linea semiautomatica di pretrattamento e verniciatura a polveri
  • una linea di pretrattamento e verniciatura a liquido

«L’integrazione della passivazione nanotecnologica multimetal a base di composti organici del fosforo – sottolinea Loris Paoli – s’inserisce nella politica di miglioramento continuo della qualità che caratterizza tutte le attività della nostra azienda. Siamo un’azienda di riferimento per la trasformazione metallica in diversi campi d’attività, dal recupero manutentivo di attrezzature e macchine agricole e industriali e delle grandi strutture metalliche alla protezione, estetica e protettiva dei pezzi che fabbrichiamo nei reparti di carpenteria media e leggera.
Abbiamo una clientela molto eterogenea, così come le relative esigenze: in molti casi progettiamo per i nostri clienti anche la specifica tecnica di verniciatura, in altri casi ci viene richiesta l’applicazione di cicli già specificati secondo ISO 12944:2018 o dello stesso cliente. Dunque, nei piani d’innovazione dell’azienda abbiamo sempre, come elementi di riferimento, la ricerca di flessibilità, grande attenzione ai livelli di qualità e, naturalmente, competitività economica della nostra offerta di servizio. Per questi motivi – sottolinea Loris Paoli – abbiamo recentemente sottoposto a revamping i tunnel di trattamento chimico dei nostri due impianti di verniciatura, con l’integrazione di una fase finale di passivazione nanotecnologica multimetal capace di aumentare drasticamente le prestazioni, in termini di resistenza alla corrosione, dei cicli (chimici) precedenti».

«Per aumento “drastico” – interviene Carlo Guidetti (Chemtec) – s’intende intorno alle 800 ore di resistenza in nebbia salina (a salire, a seconda del ciclo verniciante che segue) per i supporti ferrosi, e oltre 1.200 per quelli non ferrosi. Sono risultati che possiamo misurare analiticamente con i più avanzati sistemi di controllo della corrosione dei cicli pretrattamento- verniciatura applicati dalla Paoli, il Metodo Acet, e che l’attrezzato laboratorio di caratterizzazione della Paoli può confermare in qualsiasi momento».

«Effettivamente – riprende Loris Paoli – con gli interventi effettuati nella fase di pretrattamento possiamo offrire servizi di verniciatura per strutture destinate agli ambienti più critici secondo quanto previsto dalla norma citata. L’occasione dell’installazione della fase finale di passivazione nanotecnologica è stato utilizzato da Chemtec per una completa rivisitazione del processo utilizzato nella linea meno recente, a liquido, mentre gli interventi effettuati nella linea a polveri sono stati minori, grazie anche al concetto costruttivo della lavatrice installata, monocamera e con differenti circuiti già presenti nella sua configurazione iniziale.
La passivazione nanotecnologica si applica per nebulizzazione, in quantità minime, sulle superfici perfettamente risciacquate con acqua demineralizzata pura, e dunque non richiede una ulteriore fase finale di risciacquo».

CONCLUSIONE


«La politica di ricerca, conferma e implementazione delle innovazioni – sottolinea Loris Paoli – investe tutti i reparti della F.lli Paoli. Alle nuove macchine di lavorazione e taglio delle lamiere metalliche abbiamo oggi aggiunto un ciclo di pretrattamento all’avanguardia: ad alte prestazioni, multimetal, a basso consumo, senza risciacquo e a basso impatto ambientale: tutti parametri che riteniamo cruciali per produrre prodotti e offrire servizi di verniciatura di alto livello, sotto il profilo delle prestazioni anticorrosive ed estetiche».

«Nell’occasione dell’introduzione della nuova chimica di pretrattamento – conclude Loris Paoli – con Chemtec abbiamo effettuato una revisione significativa della linea a liquido, in particolare automatizzando la gestione e controllo dell’intera fase di pretrattamento. I risultati raggiunti – conclude il nostro interlocutore – sono all’altezza delle aspettative di progetto: ottenere un drastico e costante miglioramento delle resistenze anticorrosive per i prodotti di nostra produzione e per quelli che rivestiamo per conto terzi».

GALLERIA

Leave a Reply

*

DutchEnglishFrenchItalianSpanish